Marketing - Ormegrafiche
50481
single,single-portfolio_page,postid-50481,edgt-core-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,vigor child-child-ver-1.0.0,vigor-ver-1.4, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-4.4.2,vc_responsive

Marketing

Marketing Esterno e Marketing Interno:
Nel promuovere un’attività, la garanzia fondamentale è avere un ritorno sugli investimenti.


La prima domanda che spesso viene posta ad un consulente di marketing è: Quanto dovrei spendere per la mia attività nel marketing?
Tutto dipende dal tuo budget e dal tipo di attività che andiamo a divulgare. Comunque mediamente ogni azienda, dovrebbe investire tra il 5% e il 10% del lordo delle loro vendite in marketing. Ma poi, tenendo presente questo parametro ufficiale, ogni azienda, ogni struttura, ogni progetto ha un budget proprio. In questo caso è fondamentale misurare e provare a fare delle azioni che possano conferirvi la capacità di determinare il giusto investimento. Oggi non ci si può permettere errori grossolani, quindi la cosa più corretta che un’azienda possa fare è scegliere un consulente marketing con cui si ha una sintonia e lavorare insieme, con budget variabili in base a parametri come: periodo, liquidità, progetto, rientro possibile.

Quindi l’operazione da fare è scegliere un consulente. Come si sceglie un consulente marketing per la propria azienda? La risposta è semplice ed emotiva. Deve scattare la scintilla. Il consulente marketing deve essere un professionista fidato e sincero, competente in materia e sempre molto aggiornato. Sebbene questo sia un lavoro molto tecnico, in realtà la passione gioca un ruolo fondamentale, perché solo un consulente che fa il suo lavoro con passione potrà essere sempre al passo con i tempi e interessatissimo come un leone affamato a tutte le nuove tecniche e idee che il mondo offre.


Una volta scelto un consulente, si inizia a lavorare con estrema fiducia sulle scelte da fare. Le mosse sono fondamentali in una strategia marketing, come una partita a scacchi: il primo fattore da individuare e su cui far ruotare tutte le nostre scelte è il famoso target.

Selezionato il giusto target a cui vogliamo rivolgerci, bisogna vagliare quali sono gli strumenti migliori per raggiungerli rispetto ad una vastissima gamma di opzioni possibili.


Gli strumenti sono:

 

  • Corporate Identity
  • Articoli
  • Case study
  • Ebook
  • Sito web, e-commerce e/o blog
  • Webinar
  • Social Media
  • Stampa (opuscoli, rapporti, brochure, volantini…)
  • Comunicato stampa / PR
  • Pagine pubblicitarie
  • Eventi speciali
  • Sponsorizzazioni
  • Seminari
  • Marketing diretto
  • Newsletters
  • Partner e alleanze strategiche
  • Politica di prezzo
  • Unique Selling Proposition

 


Questi sistemi possono poi essere classificati a loro volta in Marketing Interno e Marketing Esterno. Il primo si verifica quando è il cliente a trovare l’azienda e utilizza per lo più tecniche di vendita e/o presentazione del prodotto/servizio in modo corretto ed esaustivo. Il Marketing esterno invece è quando l’azienda va alla ricerca dei clienti potenziali. Il consiglio è di utilizzare entrambe le tecniche. Ce ne sono alcune comunque da cui oggi non si può prescindere (per esempio il sito web, o la presenza sui social). Sono d’obbligo per qualunque azienda.

Se ritieni di essere alla ricerca del giusto partner, noi non vediamo l’ora di essere messi alla prova con una riunione senza alcun impegno. Devi solo contattarci e fisseremo subito un appuntamento.

 

Date

15 dicembre 2014

Category

Branding, Marketing, web strategy